Pane e Crackers al farro e canapa

LK-Pane alla canapa-4

Crackers al farro e canapa

Questi crackers fragranti e appetitosi sono l’ideale per gli snacks. Oppure possono anche essere usati come sfogliatine da abbinare in piatti più complessi.
Facili da preparare e dal gusto unico dato dalla rusticità della farina di farro e dal particolare sapore della canapa, sono anche ottimi dal punto di vista nutrizionale.
Inoltre non contengono alcun tipo di lievito e a parte quello di oliva, nessun altro “olio o grasso vegetale”. Questa generica dicitura compare non di rado fra gli ingredienti riportati sulle confezioni, con probabile riferimento all’utilizzo di olio di palma, spesso di dubbia provenienza, colmo di acidi grassi saturi, principali responsabili del cosiddetto colesterolo “cattivo”.

Ascoltando…
Me and Bobby McGee – Janis Joplin

 

LK-Pane alla canapa-7

Ingredienti (per circa 30 crackers):

  • 100 gr. di farina di farro bianca
  • 85 gr. di farina 0
  • 15 gr. di farina di canapa di You Hemp
  • 50 gr. di olio extra vergine d’oliva
  • Circa 8 cucchiai d’acqua
  • Mezzo cucchiaino di sale fino
  • Q.b. origano secco

Preparazione

  1. Versate le farine e il sale in una terrina abbastanza capiente. Mescolate, unite l’origano, l’olio e iniziate ad impastare aggiungendo l’acqua un po’ alla volta, fino a raggiungere un impasto omogeneo e compatto.
    La quantità dell’acqua dipende da vari fattori, quindi il consiglio è di aggiungerne poca alla volta, fino alla consistenza desiderata.
    Se ne avete versata troppa, aumentate leggermente la dose di farina di farro. Con l’impasto così ottenuto, formate una palla, coprite con pellicola e lasciate riposare per una trentina di minuti.
  2. Trascorso il tempo indicato, prendete l’impasto e lavoratelo per circa 5 minuti, dopodiché stendetelo fra due fogli di carta forno e con un matterello stendetelo fino a creare una sfoglia sottilissima (circa 1mm).
  3. Tagliate i crackers nella forma preferita e bucherellateli con una forchetta.
  4. Spolverateli con un pizzico di sale e cuoceteli in forno statico preriscaldato a 180° per circa 10 minuti e comunque fino a doratura. Essendo una sfoglia molto sottile, la cottura va controllata di sovente per non rischiare di cuocerli troppo.
  5. Andrebbero conservati in contenitori di ceramica, vetro o alluminio in modo da mantenerli croccanti e friabili il più a lungo possibile. Ma sono talmente buoni che non vi servirà alcun contenitore visto che sicuramente saranno mangiati immediatamente.

LK_Pane alla canapa tris

Pane integrale con farina di canapa e semi oleosi

Una ricetta per il pane di canapa fatto in casa, utilizzando farina integrale e semi oleosi…un pane rustico ed energetico grazie alle proprietà della canapa, ottimo per bruschette, colazioni o per gustare al meglio il suo sapore, solo con un filo di un buon olio extra vergine d’oliva.

 

LK-Pane alla canapa-6
Ingredienti

  • 200 gr. di farina bianca tipo 0
  • 250 gr. di farina integrale
  • 50 gr. di farina di canapa You Hemp
  • 300 ml. di acqua
  • 10 gr. di lievito secco
  • 10 gr. di sale integrale
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • Q.b. semi vari (sesamo, chia, papavero….)

LK-Pane alla canapa-8
Preparazione

  1. Come prima cosa sciogliete il lievito con ¾ dell’acqua intiepidita e attendete un decina di minuti per far sì che si riattivi.
  2. Mescolare in una terrina le farine, aggiungere il lievito sciolto e l’acqua rimanente. Continuando a mescolare con un cucchiaio, aggiungete l’olio e il sale, dopodiché ottenuta una palla omogenea impastate con le mani su una piano di legno infarinato per una decina di minuti fino quando il composto sarà amalgamato e compatto.
  3. Ponete l’impasto in una terrina, coprite con pellicola trasparente e lasciate riposare in un luogo caldo per circa un’ora.
  4. Passato il tempo indicato, appoggiate delicatamente l’impasto sul piano di legno e date la forma di un rettangolo. Ripiegate gli angoli verso l’interno e arrotolate l’impasto su se stesso formando un filoncino.
  5. Mettete uno strofinaccio pulito in uno stampo da plumcake, ricopritelo di semi oleosi vari e riponete l’impasto all’interno. Coprite con le estremità dello strofinaccio e lasciate riposare in un luogo caldo per 2 ore. Infine rovesciate molto delicatamente l’impasto in una teglia ricoperta da carta forno. Ponete la teglia nel forno spento e lasciate riposare per un’altra ora. Al piano superiore rispetto alla posizione della teglia inserire la griglia bucata che è normalmente in dotazione con i forni casalinghi. Disporre il canovaccio bagnato sulla griglia in modo da creare una “camera di lievitazione” attorno all’impasto senza che questo tocchi il panno durante la lievitazione.
  6. Dopodichè togliere l’impasto dal forno e preriscaldarlo a 200 gradi.
  7. Incidete con un coltello affilato la superficie dell’impasto e infornate, portate la temperatura a 180° e cuocete per circa 30/40 minuti o comunque fino a doratura del pane, riponendo sul fondo del forno, un contenitore colmo di acqua per regolare l’umidità. Il pane è pronto quando uno stuzzicadenti infilato dentro la pagnotta esce perfettamente asciutto.
  8. Una volta sfornato, attendete 20 minuti prima di tagliarlo e mangiarlo.

 

LK-Pane alla canapa-10

Con il solo intento di documentare, riportiamo qui di seguito quanto reperito sul sito www.youhemp.it

Lalicamento perfetto

La farina di semi di Canapa ha tutte le proprietà dei semi dai quale viene prodotta; è dunque un alicamento (crasi di alimento e medicamento) ricco di omega 3 e omega 6, acidi grassi importantissimi per le loro proprietà antiossidanti, che però non vengono sintetizzati nel nostro corpo ed è dunque fondamentale integrare con una corretta alimentazione.

Una dieta sana dovrebbe prevedere l’apporto di acidi grassi in proporzioni bilanciate, infatti il rapporto raccomandato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità fra omega 3 e omega 6 è di 1:3. Solitamente le nostre abitudini alimentari portano un sbilanciamento di questo rapporto e quindi una conseguente carenza soprattutto di omega 3.

Il rapporto ottimale si trova nella Farina di semi di canapa, per questo introducendola in un regime alimentare sano e bilanciato, potremo contribuire a riportare questo importante rapporto ai valori ideali.

Le dosi consigliate sono di 3 cucchiai al giorno per gli adulti e 1 cucchiaino a giorni alterni per i bambini e per i seguenti disturbi:

– malattie cardiovascolari: poiché prevengono l’arteriosclerosi e altre patologie cardiovascolari e perché sono in grado di mantenere elastici i vasi sanguigni ed evitare l’accumulo di grasso nelle arterie;

– colesterolo: riduce il rischio di trombosi poiché abbassa rapidamente il colesterolo LDL e i trigliceridi;

– problemi neurologici: la canapa e i suoi derivati sembrano in grado addirittura di migliorare i problemi di apprendimento, i deficit della memoria, le difficoltà di concentrazione, la mancanza di attenzione, la depressione cronica e la depressione post-parto, proprio per via della capacità di regolare il sistema ormonale;

– malattie ossee e infiammazioni: artrosi e artrite reumatoide, ma anche altre malattie infiammatorie come l’infezione della vescica, la colite, il colon irritabile e la malattia di Crohn;

– sindromi ginecologiche: sindrome premestruale e menopausa;

– malattie della pelle: psoriasi, vitiligine, eczemi, micosi, irritazioni da allergie, dermatiti secche, acne e tutte le infiammazioni o irritazioni localizzate si trattano con una corretta alimentazione oppure applicando l’olio localmente. Efficace anche per la cura dei funghi delle unghie e contro il prurito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...